come concimare l'orto

Come concimare l’orto per un ottimo raccolto Leave a comment

Come concimare l’orto in modo da ottenere un ottimo raccolto?

Da amante delle colture praticate in orto ti sarai posto questa domanda almeno una volta nella tua vita. La coltivazione dell’orto può essere sostenuta solo da una forte passione, dal momento che non tutti sarebbero pronti a prendersi cura delle proprie piantine e coltivazioni anche per giornate intere. Ma la tua premura ed il tempo passato a prenderti cura del tuo orto saranno certamente ricompensati dal raccolto, soprattutto se effettuerai una buona concimazione.

Infatti più il terreno viene sfruttato dalla coltivazione delle piante da orto e maggiore è la necessità di concimarlo. Per questo motivo è fondamentale che tu sappia come si effettua una corretta concimazione dell’orto, in modo da portare giovamento alla qualità e alla quantità del tuo raccolto e servire in tavola degli ottimi ortaggi da gustare, sani e appetitosi.

Come preparare il terreno

Anche se la fase produttiva si colloca nel periodo primaverile, è necessario che tu prepari il terreno che dovrà ospitare le coltivazioni già all’inizio del periodo invernale, armandoti dei giusti attrezzi. Insieme ai guanti da lavoro dovrai infatti avere a disposizione un rastrello, un piccone, una pala, una forca e del concime.

Ti consigliamo di preparare il tuo terreno alla coltivazione durante l’autunno seguendo questi semplici passaggi:

  • Vanga il terreno: attraverso l’utilizzo del forcone o della vanga rivolta l’intera parte di terra che destinerai all’orto, scendendo nel terreno di 30 centimetri all’incirca. Rimuovi i sassi che incontrerai in modo da facilitare il lavoro successivo. Elimina completamente le radici delle eventuali piante infestanti affinché non ricrescano in primavera sottraendo al tuo orto spazio e sostanze nutritive;
  • Rendi il terreno friabile: se la terra del tuo orto si presenta molto argillosa aggiungi della sabbia e rendila ricco di sostanze nutritive attraverso l’utilizzo di un concime per orto. Il letame di polli, bovini ed equini risulta essere un ottimo concime naturale. Puoi usare anche il compost, il quale si presta molto bene a rendere il terreno friabile e può essere prodotto comodamente in modo casalingo;
  • Fresa il terreno: a questo punto dovrai sgretolare le grosse zolle che si sono venute a creare con la vangatura utilizzando il piccone e il rastrello. Mescola la terra con il concime aggiunto nella fase precedente assicurandoti che quest’ultimo non resti sulla parte più superficiale. La terra dovrà essere del tutto uniforme e piana.

Al termine di questi tre passaggi la preparazione del terreno per accogliere il tuo orto è terminata. La terra deve adesso riposare a lungo in modo da amalgamarsi in modo ottimale con il concime ed essere pronta per il periodo di coltivazione.

Quando e quanto concimare l’orto?

I tempi di concimazione e la quantità di prodotto da utilizzare per il tuo orto dipendono da vari fattori, come la consistenza del terreno o la varietà di ortaggi che vorrai coltivare.

Dopo aver concimato il terreno nella sua fase preparatoria dovrai provvedere a concimare il tuo orto almeno una volta al mese durante la fase vegetativa, ad eccezione dei mesi più caldi. I concimi da utilizzare devono essere liquidi poiché dovranno essere diluiti nell’acqua ed utilizzati per irrigare il tuo orto.
Quando giungerà l’inverno dovrai concimare nuovamente l’orto con del concime organico che, oltre ad assicurare il giusto nutrimento al terreno, protegge dal freddo le radici ancora presenti.

Per capire quanto concimare l’orto in modo da ottenere un ottimo raccolto dovrai valutare tre diversi fattori :

  • Tipologia del terreno: se il terreno del tuo orto è sabbioso dovrai apportare una maggiore dose di concime in modo da migliorarne le caratteristiche;
  • Precedenti coltivazioni: il concime svolge l’importante funzione di ripristinare la fertilità del terreno. Per questo motivo la quantità di prodotto da utilizzare deve essere valutata anche in base alla precedenti colture praticate sul terreno che dev’essere concimato;
  • Future coltivazioni: se hai intenzione di preparare il terreno ad una coltivazione esigente, come quella dei pomodori o delle zucchine, dovrai effettuare una concimazione molto ricca. Tieni sempre ben a mente ciò che vorrai piantare nel tuo orto in modo da utilizzare la quantità di concime adatta.

Tipi di concimi

Dovrai effettuare la concimazione dell’orto ponendo particolare attenzione al concime utilizzato. Solo in questo modo avrai così la certezza che il concime scelto sia il più adatto alla cura del tuo orto.
I tipi di concime utilizzati in agricoltura sono due: i concimi organici e i concimi chimici.

I concimi organici sono composti da sostanze già presenti in natura. La loro caratteristica è quella di rilasciare i nutrimenti nel terreno in modo più lento rispetto ad un concime chimico liquido. Se desideri utilizzare dei concimi bio per il tuo orto potresti optare per uno dei seguenti:

  • Letame: è formato da escrementi di animali tra i quali ovini, equini e caprini ed è considerato il miglior concime per orto;
  • Farina fossa: questo concime è composto da ossa di animali e risulta essere ricco di azoto e minerali;
  • Letame di pollame: si tratta di un concime formato essenzialmente da escrementi di pollame;
  • Compost: potrai produrre questo concime anche in casa dal momento che si compone di scarti di natura vegetale che attraverso la degradazione e la fermentazione si trasformano in un prezioso alleato del tuo orto.

I concimi minerali si distinguono invece in concimi minerali di origine naturale e concimi minerali di origine chimica e vengono utilizzati come integrazione a quelli organici.
Tra i concimi di origine naturale troviamo il Litotamnio, una polvere che si ottiene dalle alghe, le farine di rocce come il basalto e molti altri ancora. Tra i migliori concimi biologici ti consiglio il prodotto Cifo Concime liquido, a base di sostanze vegetali naturali, che favorisce la produzione di piante e frutti sani e gustosi.
I concimi minerali artificiali, invece, si ottengono in laboratorio con una quantità di elementi di varia natura. Si definiscono semplici se contengono un solo elemento nutritivo, composti se ne contengono più di uno.

Conclusioni

La concimazione è importantissima per la cura del tuo orto. Grazie ad essa, infatti, potrai migliorare la struttura del terreno e assicurare ai tuoi ortaggi gli elementi utili alla loro crescita.

Coltivare l’orto è un hobby piacevole e rilassante ma che richiede impegno e costanza.
La sua coltivazione ti garantisce però enormi soddisfazioni e ancor di più se deciderai di mettere in atto questi semplici ma importantissimi consigli. Con pazienza, amore ed una corretta concimazione potrai godere di un raccolto sano e gustoso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *